Hub Hybrid, la novità in casa Ajax con foto-verifica

Ajax lancia nella propria gamma di prodotti per la sicurezza Hub Hybrid, un’unità centrale ibrida del sistema dotata del supporto della foto-verifica.

Dotato di otto linee indipendenti, è disponibile in due configurazioni: con modem cellulare 2G oppure nella modalità LTE 2G/3G/4G. Supporta fino a cento dispositivi collegati (cablati o wireless) ed è dotato di tre canali di comunicazione: Ethernet oltre a due schede SIM. Supporta i dispositivi wireless Jeweller e quelli cablati Fibra: queste tecnologie vengono combinate per proteggere impianti complessi indipendentemente dalle dimensioni o dalla presenza di ostacoli in acciaio o cemento. La protezione dell’impianto è aumentata da notifiche informative, la foto-verifica, scenari di automazione, il controllo tramite la app della sicurezza in tempo reale.

Le tipologie di connessione

La tecnologia cablata Fibra permette di creare linee indipendenti fino a 2000 metri di lunghezza con un cavo a quattro fili. Sotto il controllo di Hub Hybrid possono starci fino a otto linee in un solo sistema. Tramite Jeweler invece il raggio della comunicazione wireless arriva fino a duemila metri in campo aperto: possono essere connessi ad Hub Hybrid fino a cinque ripetitori del segnale con un raggio di comunicazione fino a 1800 metri via radio o Ethernet. Con Wings, infine, si dispone di una tecnologia radio che trasmette immagini a grandi distanze. Gli algoritmi integrati per il controllo e il caricamento dei pacchetti di informazioni consentono a Wings di consegnare la prima foto in nove secondi a una distanza massima di 1700 metri.

Gli sviluppi futuri

I futuri aggiornamenti di OS Malevich permetteranno il supporto di una topologia di connessione ad anello: non sarà necessario aggiornare l’hardware. Hub Hybrid supporterà la connessione fino a un massimo di 4 anelli. Anche se un anello venisse tagliato, esso si dividerebbe in due segmenti di lavoro, i dispositivi continuerebbero a funzionare e il sistema invierebbe notifiche all’istituto di vigilanza e agli utenti.

Sempre online

Hub Hybrid può venire connesso a tre operatori internet contemporaneamente tramite un cavo e le schede SIM 2G, 3G, LTE. Il passaggio automatico tra i canali avviene in pochi secondi. Hub Hybrid comunica con app, istituti di vigilanza e utenti tramite il server Ajax Cloud con una disponibilità del server del 99.995%. Utilizza un protocollo proprietario binario e ha un bilanciamento del carico automatico per elaborare senza interruzioni milioni di pacchetti di dati al minuto. Il server è fisicamente localizzato in diversi data center.

Più di due giorni con batterie di riserva

I dispositivi Fibra consumano meno di 60 pA, che è 100 volte meno del consumo dei rilevatori bus simili di altre aziende. Questo permette di connettere più dispositivi su una sola linea e garantisce una connessione cablata più lunga. Il basso consumo di energia dà al sistema anche un’eccezionale autonomia in caso di blackout. Trenta dispositivi Fibra connessi a Hub Hybrid con una batteria di riserva di 7Ah funzioneranno per 60 ore. Questo è 5 volte di più dell’autonomia richiesta dal Grado 2 e di fatto soddisfa i requisiti del Grado 3.

La convenienza nei dettagli

Rilevatori, tastiere o sirene possono essere collegati alla stessa linea per garantire la sicurezza di una specifica zona di un impianto. Una volta posizionati i dispositivi, l’installatore apre l’app Ajax PRO e avvia la scansione automatica della linea. La scansione mostra tutti i dispositivi collegati all’hub e permette di impostare nomi, aree di sicurezza e stanze virtuali. Esistono due modi per determinare quale dispositivo si ha di fronte: accendere il LED e attivarlo.

Dopo aver installato il sistema, il tecnico grazie all’app PRO simula il massimo consumo energetico possibile con il Test dell’alimentazione del sistema: i rilevatori inviano segnali d’allarme, le tastiere si attivano, le sirene suonano. Se il sistema supera il test, si può essere sicuri che esso avrà abbastanza energia in qualsiasi circostanza.

Un tecnico della centrale ricezione allarmi non deve configurare le aree manualmente. Il software PRO Desktop sincronizza automaticamente tutte le informazioni riguardo i dispositivi dell’hub.

Datacom ti consiglia

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per accogliere gli ordini scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti. Per scaricare la brochure tecnica del prodotto, clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.