LightSwitch, da Ajax un interruttore intelligente

Un interruttore intelligente che permette di accendere le luci anche da remoto, comodamente su un divano o all’esterno utilizzando lo smartphone, e capace di avviarsi con l’avvicinarsi di una mano o di una qualsiasi parte del corpo senza il contatto, avvicinandola a 15 millimetri dal dispositivo. Si chiama LightSwitch ed è un prodotto di Ajax che si va a inserire nell’ambito delle proprie tecnologie al servizio dell’utente, integrate con le proprie apparecchiature dedicata alla sicurezza. Per chi è abituato a accendere le luci in casa con i tradizionali interruttori, si tratta di una nuova esperienza anche perché, grazie a una soffusa retroilluminazione LED, è facile trovare l’interruttore anche al buio. L’utente può anche decidere di spegnere le luci via app, attraverso un timer che va da un secondo a due ore.

Utilizzare un’app per regolare accensione e spegnimento delle luci può essere utile sotto molti aspetti. Per esempio, può essere utile accenderle nel caso in cui il sistema di sicurezza segnala effrazioni, in modo da spaventare gli intrusi, ma può essere anche un modo quando, in caso di down dell’allarme, c’è bisogno di dare al luogo protetto un’immagine di presenza al proprio interno. L’app permette di accendere selettivamente delle luci, spegnerle o accenderle tutte assieme.

Nato nelle dimensioni standard europee (presa di tipo 55), è fatto in modo che l’elettricista non trovi difficoltà nella sua applicazione. Le placche sono disponibili nei colori bianco, grigio nebbia, grafite, avorio, ostrica, oliva o nero. La linea di prodotti comprende i modelli con interruttore singolo, doppio e deviatore e telai di varie dimensioni. La gamma di prodotti comprende modelli con un interruttore singolo, doppio, con un deviatore, molto utile quando è necessario accendere la luce in lunghi corridoi, camere con diverse uscite, o sulle scale.

Non c’è bisogno di installare cavi di segnale o cambiare qualcosa nella scatola di giunzione: LightSwitch non ha bisogno nemmeno di un cavo neutro poiché l’alimentazione arriva attraverso un cavo di linea, lo stesso che controllava il vecchio interruttore. LightSwitch supporta una gamma di potenza delle lampadine molto ampia: da 5 a 600 W, quindi è adatto per un grande lampadario da sala ma anche per una lampada a LED per la notte.

Il prodotto è collegato senza fili: due antenne radio sono posizionate all’esterno per fornire una comunicazione radio stabile, per cui l’interruttore funzionerà in qualsiasi circostanza. LightSwitch è controllato attraverso il protocollo radio Jeweller, modificato per l’automazione della casa intelligente, più affidabile delle tecnologie comuni per l’automazione, come Z-Wave, ZigBee o Wi-Fi. Anche se la connessione Ethernet viene persa, LightSwitch può essere sempre controllato attraverso il canale cellulare. Il “cervello” del sistema — un hub Ajax — funziona con OS Malevich, un sistema operativo in tempo reale. Non si rallenta né si blocca; si carica all’istante ed esegue tutte le azioni.

LightSwitch può attivare qualsiasi dispositivo di automazione Ajax: Relay, WallSwitch o Socket. In altre parole, la varietà delle applicazioni è illimitata: per esempio è possibile spegnere le luci quando si va a letto e chiudere automaticamente le tapparelle, accendere le luci quando si torna a casa e avviare automaticamente l’umidificatore.

Per acquistare il prodotto o avere ulteriori informazioni, rivolgiti ai tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze scrivendo una mail a info@datacomtecnologie.it. Clicca qui per scaricare la scheda.

Lettori di prossimità: con nBy/K di Inim diventa tutto più semplice

Un lettore di prossimità rappresenta un’ottima soluzione come controllo accessi, proprio perché permette con una carta o un tag di poter sbloccare l’apertura di una porta o di un qualunque varco. Molti clienti finali temono che installare un’applicazione del genere possa essere dispendioso non solo in termini economici, ma anche di opere in loco.

Il lettore da incassi nBy/K di Inim rappresenta una valida soluzione a questo interrogativo. Il dispositivo è stato progettato per utilizzare i tappi per frutti da incasso che prevedono un montaggio tipo “keystone”.  La quasi totalità delle serie civili prevedono questo tipo di supporto ed Inim ha pensato di sfruttarlo per alloggiare il proprio lettore di prossimità.

Le centrali Prime, per esempio, si possono agganciare al sensore in maniera semplice e veloce, con un solo clic per l’installazione a frutto.

Oltre alla potenzialità già accennate e proprie del lettore da incasso nel modello nBy/K è presente anche un terminale a bordo che può essere utilizzato e programmato come un comune terminale di ingresso o uscita di centrale. Il dispositivo è disponibile nelle colorazioni bianco e nero. 

Tutti i tre modelli offrono quattro Led associabili a scenari di inserimento oppure a macro per l’esecuzione di azioni. Inoltre è anche possibile attivare una macro personalizzata programmata all’interno degli “attuatori” (tag o card). Il sistema di prossimità si completa infatti con un portachiavi di prossimità (tag) e una card che permettono di autenticarsi sul sistema attraverso i lettori. 

Per ogni informazione o supporto, puoi contattare i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Caratteristiche principali


nBy/S
nBy/KnBy/XnKeynCardnBoss
Dimensioni (HxLxP)80x64x17 mm80x64x17 mm50x19x51 mm35x28x6 mm54x85x1 mm85x29x4 mm
Peso45 g45 g25 g5 g6 g15 g

Con Prime 3.0 di Inim la domotica non sarà più come prima

Rivoluzione nel mondo della domotica grazie a Inim. Il sistema Prime 3.0 introduce non solo una centrale che va a supportare ben 500 canali, oltre a un egual numero di utenti e chiavi, ma anche nuovi dispositivi con funzionalità ancora più avanzate, fornendo quindi un sistema integrato mai visto prima nel campo dell’anti intrusione e nella domotica.

Questi i componenti che caratterizzano il sistema Prime 3.0:

  • PRIME 500 L: centrale antintrusione e domotica modulare espandibile da 10 a 500 terminali
  • Flex5/R: Modulo su bus. 5 relè, 230v, 16a. alloggiata in contenitore per barra din 5 moduli. 
  • Smarty/W: Sirena wireless da interno. 
  • Flex2R/2T: Modulo su bus con 2 relè 230v, 5a e 2 terminali. gestione nativa di tapparelle, veneziane e punti luce. 
  • InimHome: App per gestione sicurezza, domotica e videoverifica con categorizzazione automatica uscite domotiche: illuminazione, tapparelle, varchi elettrodomestici. 
  • nBy/K: Lettore da incasso su bus dotato di 1 terminale ed aggancio universale keystone. 
  • Prime/WiFi: Modulo di connettività wifi. 
  • PrimeLAN: Nuove funzionalità per la gestione di sistemi di videosorveglianza onvif e knx.
  • Nexus/4GP: Modulo GSM 2G e 4G (LTE) integrato su I-BUS con batteria tampone
  • Nexus/4GU: Modulo GSM 2G e 4G (LTE) integrato su I-BUS con terminali a vista

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui.

Alien/S, la tastiera Inim semplice e innovativa allo stesso tempo

Un nuovo display IPS capace di rendere più bella e brillante l’immagine. È questo il principale punto di forza di Alien/S di Inim, l’interfaccia utente touchscreen a colori da 4,3 pollici su I-Bus utile sia per gli impianti di sicurezza che per quanto riguarda la gestone della domotica.

Chiara e semplice, Alien rappresenta tutte le funzioni con icone chiare e ben visibili: in caso di anomalie, segnali di allarme o guasto, la tastiera mostra immediatamente i pulsanti necessari per attivare le funzioni correlate alla specifica situazione. Il prodotto è disponibile sia con cornica bianca che era, con una grandezza del touch screen a colori da 4,3 o 7 pollici. Grazie ad Alien è possibile integrare sicurezza e domotica, inserendo o disinserendo funzioni dell’impianto, renderle parziali, oppure attivando uno degli scenari programmati in centrale.

Per avere i datasheet completi del prodotto, clicca qui. Per informazioni commerciali, contatta direttamente Datacom Tecnologie di Firenze, cliccando qui o scrivendo una mail a info@datacomtecnologie.it.

Sicurezza 2019: per Inim la parola d’ordine è “intelligenza aumentata”

Siamo alle porte di Fiera Sicurezza 2019 e Inim Electronics si prepara a presentare tutte le proprie novità nel segno dell’intelligenza aumentata. Dal 13 al 15 novembre 2019 puoi trovare l’azienda di Monteprandone al padiglione 5, stand B12-C19 e A24-B23 di FieraMilano a Rho.

Regine dello stand in fiera saranno le centrali antintrusione SOL, SmartLiving e Prime, le quali mettono al centro i concetti di semplicità, automazione e integrazione, senza tralasciare il design. La domotica favorisce invece ulteriori prestazioni a vantaggio del cliente finale, legate all’IoT, all’Inim-Cloud, alle app e all’integrazione con le più diffuse piattaforme domotiche (vedi il nostro precedente articolo).

Questi aspetti vanno ad abbracciare anche il settore antincendio. Previdia raccoglie in un unico sistema rivelazione incendi, spegnimento, Evac, rivelazione gas e controllo illuminazione di emergenza, il tutto con un servizio cloud di gestione remota che segue la norma Uni 11224.

La parola d’ordine per l’azienda di Monteprandone è l’Intelligenza Artificiale, che sfrutta il wireless, le connettività cloud e internet, il tutto con il fine di integrare più sistemi. L’Augmented Intelligence è il filone chiave del settore sicurezza oggi e Inim, con la sua ricerca, lo sta perseguendo. La mission aziendale è diventare per i clienti un punto di riferimento unico nel campo della sicurezza a 360 gradi. Questo anche da un punto di vista formativo, visto che il mercato dell’antintrusione tende sempre di più a vedere attori che operano con sistemi di dubbia qualità e non in linea con gli obblighi di legge.

Per informazioni sui prodotti Inim puoi chiedere anche Datacom Tecnologie di Firenze, distributore autorizzato, alla mail info@datacomtecnologie.com.

Con Marilyn Inim la gestione vocale dell’impianto diventa realtà!

Poche settimane all’ingresso sul mercato di “Marilyn”, la grande novità Inim di fine 2019. Arriva infatti a novembre il nuovo sistema domotico e antintrusione basato sulle centrali Prime e Sol prodotte dall’azienda di Monteprandone, integrato ai più diffusi smart speaker come Google Home e Amazon Echo e smartphone.

Associando il proprio account su Inim Cloud a quello Google o Amazon è possibile gestire il proprio impianto di allarme e domotico attraverso la voce. Le parole vengono riconosciute e possono comandare l’intera gestione: attivare scenari d’inserimento, ottenere informazioni sullo stato del sistema, regolare l’illuminazione, attivare uscite domotiche, impostare la temperatura di un ambiente e tanto altro ancora.

A questo collegamento è possibile scaricare la brochure tecnica, per conoscere meglio il prodotto puoi contattare direttamente i tecnici commerciali della Datacom Tecnologie di Firenze all’indirizzo info@datacomtecnologie.it.

Domotica: un mercato che cresce sempre di più

Cresce costantemente il mercato della domotica in Italia. Secondo i dati dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, il comparto ha fatto un balzello del 52% dal 2017 al 2018, arrivando a toccare un giro di affari, lo scorso anno, di 380 milioni di euro. Il dato è comunque lontano dagli 1,8 miliardi della Germania, gli 1,7 miliardi del Regno Unito, gli 800 milioni della Francia, ma si pone al di sopra della Spagna, ferma a 300 milioni.

Trovaprezzi.it, in un proprio osservatorio, ha rilevato in novembre e dicembre, quindi a ridosso delle festività natalizie, un boom di ricerche sulla propria piattaforma. Google Home e Amazon Echo sono i prodotti che attualmente fanno da traino al settore, anche se in ambito domestico piacciono, nei trend di consumo, anche le lavatrici intelligenti e le Smart TV. Una crescita rilevante è stata individuata anche per le soluzioni di illuminazione come lampadine connesse, prese intelligenti, interruttori wifi. Trovaprezzi ha rilevato lo scorso anno 126mila ricerche monitorando 45 tipologie di prodotti legati alla “casa smart”

Ulteriori approfondimenti sono disponibili in questo articolo.

Combinatore GSM Voxout

Voxout

Voxout è  un combinatore GSMbidirezionale telegestibile a 5 linee liberamente configurabili come ingressi e uscite. E’ dotato di ascolto ambientale, di uscite gestibili da chiamata vocale, da sms e da squillo con riconoscimento del numero telefonico. I numeri telefonici sono liberamente associabili a chiamate vocali, SMS, protocolli digitali ID CONTACT.

Continua a leggere

Realizzare Impianti evoluti utilizzando KonneX e HomePLC

HomePLCLogoUtilizzando la tecnologia HomePLC in abbinamento al sistema KNX oltre alla riduzione dei costi è possibile realizzare impianti estremamente evoluti, con elevata diagnostica, elevata sicurezza e perfomance mai viste prima!

Continua a leggere