Contatti magnetici Serie Air2: Inim introduce la gamma di colore nero

Non solo bianco e marrone per i contatti magnetici Inim! Sono stati infatti inseriti sul mercato i modelli di colore nero della Serie via radio bidirezionale a 868MHz Air2, relativamente ai prodotti MC200 e MC300.

Un sistema bidirezionale ha la capacità non solo di trasmettere ma anche di riconoscere e gestire un messaggio ricevuto, dunque è dotato di un dispositivo in grado di inviare segnalazioni verso il campo. Ciò fa sì che ci sia la certezza che la segnalazione sia giunta a destinazione ascoltando la risposta del dispositivo che ha raccolto la comunicazione di allarme.

Il livello di prestazione che Air2 è in grado di raggiungere è pienamente soddisfacente anche per il professionista che troverà, tra l’altro, funzioni avanzate di diagnostica di sistema. Il ricetrasmettitore si collega all’I-BUS delle centrali e consente una gestione pienamente integrata dei dispositivi via radio e di quelli cablati. Fare la scelta “senza-fili” con INIM, non significa più abbassare il livello di prestazione del sistema, significa, anzi, poter proteggere in maniera non-invasiva musei, luoghi di culto ed aree isolate con tempi di installazione molto ridotti.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui

Arriva Giudecca, la prima sirena da esterno incassata!

Stanco di vedere la solita sirena d’allarme messa lì sull’esterno di una parete? Datacom Tecnologie presenta Giudecca, la prima sirena di allarme nata per essere incassata a muro con effetto scomparsa. L’unica parte visibile è il coperchio esterno, robusto, sottile e studiato per somigliare ad una griglia di aerazione.

Giudecca è dotata di un elegante lampeggiante a LED RGB a guida luminosa completamente personalizzabile, il quale si attiva nel caso in cui si voglia sfruttare al massimo il suo potere deterrente. Offre un’ampia gamma di colorazioni per meglio adattarsi alle preferenze e alle peculiarità estetiche di ogni contesto.

Essendo completamente personalizzabile, rappresenta la soluzione alle più esigenti richieste per meglio adattarsi alle necessità e ai gusti di ogni cliente.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui. Puoi scaricare la brochure a questo link.

Inim: il sistema vocale Marilyn gratuito fino ad aprile 2021

Ottime notizie per i clienti Inim. L’azienda di Monteprandone ha infatti annunciato che Marilyn, il sistema vocale, domotico e antintrusione, basato sulle centrali Prime e Sol, integrato ai più diffusi smart speaker e smartphone, continuerà ad essere gratuito fino al 30 Aprile 2021.
Grazie a Marilyn, la centrale può interagire nella maniera più naturale possibile con il suo sistema antintrusione/domotico Inim. Marilyn è un sistema flessibile ed estremamente semplice da configurare che permette una rapida integrazione di tutti i dispositivi domotici della sua casa.

Per comandare e supervisionare l’impianto antintrusione è sufficiente associare il proprio account su Inim Cloud quello Google o Amazon. Grazie al riconoscimento della voce e alla naturalezza del linguaggio dei comandi, è possibile gestire tutti gli impianti, attivare scenari d’inserimento, ottenere informazioni sullo stato del sistema, regolare l’illuminazione, attivare uscite domotiche, impostare la temperatura di un ambiente e altro ancora.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui. Puoi scaricare la brochure a questo link.

Le soluzioni di Hikvision per monitorare la densità delle persone in uno spazio fisico

Il sovraffollamento può essere un vero problema per le aree pubbliche, i centri del commercio e i luoghi di intrattenimento. Come possono garantire che la densità delle persone all’interno sia abbastanza bassa da servirle in modo efficace e sicuro?

Questo video realizzato da Hikvision spiega molto ben quali possono essere le soluzioni da adottare per contare gestire gli accessi elencando una serie di prodotti ad hoc: DS-2CD6825G0/C-IS e DS-2CD7146G0-IZS.

La tecnologia Deep Learning oggi utilizzata per garantire accessi limitati e diluiti agli edifici, come richiesto dalle attuali normative al fine di evitare assembramenti, fino al pre-Covid serviva soprattutto a fini statistici, così da valutare azioni di marketing oppure per ottimizzare i flussi di lavoro.

Con le People Counting di Hikvision il conteggio costante delle persone fa sì che possano essere inviati segnali per far apparire display rossi e verdi, come un semaforo, in modo da regolare i flussi. La stessa telecamera può incorporare l’algoritmo che calcola il corretto distanziamento sociale tra le persone all’ingresso: per farlo si può aggiornare gratuitamente il firmware del recorder o aggiungere il registratore che gestisce le telecamere e attivare le nuove funzionalità. Nel caso di telecamere IP di terza parte sarà possibile attivare i registratori intelligenti Hikvision della serie Deep in Mind, che permettono all’impianto di svolgere funzioni di conteggio.

Infine molto utile è il “filtro altezza” che permette di capire se all’ingresso ci sono bambini o adulti, così anche da individuare possibilmente gli stessi nuclei familiari presenti in una coda.

Per ogni ulteriore dettaglio o necessità contatta i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze: info@datacomtecnologie.it.

TM70, la tastiera Paradox dal display ampio e intuitivo

Datacom Tecnologie oggi presenta le funzionalità delle tastiere touchscreen TM50 e TM70 di Paradox. Sono progettate per comunicare con le centrali della casa di produzione canadese e dispongono di un’interfaccia intuitiva e facile da usare.

Entrambi i modelli hanno le stesse funzionalità, ma la tastiera TM70 grazie al suo schermo più grande consente la visualizzazione di maggiori informazioni rispetto alla tastiera TM50. Entrambe compatibili con i sistemi Spectra ed EVO, supportano il server Swan di nuova generazione, il bus RS-485 veloce e criptato, con funzione di programmazione completa tramite menu, aggiornamento firmware tastiera remoto, immagini screen saver scaricabili tramite l’applicazione Insite Gold.

Entrambi i modelli offrono screen saver automatico, luminosità regolabile, lettura della tensione del bus, visualizzazione della temperatura interna e controllo multipartizione. Sono disponibili nei colori standard bianco e nero, o in altri colori su ordinazione.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui. Puoi scaricare la brochure a questo link.

Hikvision: le soluzioni a tutela della salute pubblica

Per meglio far conoscere ai clienti finali le opportunità offerte dai propri prodotti nel ripresentarsi dell’emergenza Coronavirus, Hikvision ha redatto una brochure in cui racconta le funzionalità a prescindere dagli aspetti meramente più tecnici. Si tratta di uno strumento molto utile per gli installatori e i progettisti che dovranno rivolgersi a clientele come quelle del mondo del commercio, dei trasporti e del business. Controllo accessi e degli assembramenti, del corretto utilizzo della mascherina, screening della temperatura: Hikvision offre tantissime soluzioni anche con la combinazioni di più prodotti, come indicato nelle ultime pagine della brochure.

Il documento può essere consultato qui sotto e scaricato cliccando qui. Per tutte le informazioni sui prodotti Hikvision e sulle promozioni puoi chiedere direttamente a Datacom Tecnologie di Firenze, alla mail info@datacomtecnologie.it o direttamente dal form contatti.

Prime 3.0: la nuova centrale Inim disponibile da novembre

Da novembre Datacom Tecnologie di Firenze introdurrà nella propria gamma di prodotti una importante novità: è la nuova versione 3.0 della centrale Prime di Inim, annunciata come innovativa nel campo della domotica.

La parola d’ordine di Prime 3.0 è “flessibilità”: consente infatti ampie prestazioni supportando fino a 500 terminali, altrettanti codici utenti e chiavi, introducendo nuovi dispositivi con funzionalità ancora più avanzate rispetto alle precedenti versioni. Tra questi troviamo la scheda domotica su BUS Flex2R/2T per gestire nativamente tapparelle, veneziane, punti luce con 2 relè e 2 terminali; un nuovo lettore da incasso nBy/K su BUS dotato di un terminale e di aggancio universale Keystone; l’espansione Flex5/R su BUS dotata di cinque uscite relé e alloggiata in contenitore per barra DIN 5 moduli; infine la scheda Prime/WiFi per dotare Prime di connettività WiFi e la Sirena da interno via-radio Smarty/W. Con un unico pulsante è possibile con Prime 3.0 indirizzare tutte le nuove periferiche e ogni centrale ha la possibile di essere configurata fino a 100 espansioni Flex5. Passano invece da quattro a otto i macro-comandi che possono essere configurati sui radiocomandi di prossima uscita.

Sempre tra le novità tecniche citiamo la scheda PrimeLAN la quale, integrata con sistemi NKX, è ora in grado di gestire anche i protocolli ONVIF che consentono al sistema Prime di interagire con i più diffusi sistemi domotici e con ogni sistema di videosorveglianza IP che sia ONVIF compatibile. Sono stati introdotti anche degli ingressi virtuali, tali da poter creare automatismi senza l’obbligo di usare terminali fisici.

Dal punto di vista software, la app InimHome permette ci leggere immediatamente lo stato della centrale collegandosi tramite peer to peer oppure in cloud. L’applicazione consente una videoverifica in tempo reale con telecamere connesse al sistema, di personalizzare permessi per visualizzare gli elementi del sistema di allarme, liste di comandi, di consentire l’accesso tramite autenticazione biometrica e infine visualizzare la configurazione complessivadell’impianto. Rinnovato, oltre alla app, anche il software di configurazione Prime/STUDIO.

Per tutte le informazioni sui prodotti Inim e sulle promozioni puoi chiedere direttamente a Datacom Tecnologie di Firenze, alla mail info@datacomtecnologie.it o direttamente dal form contatti.

Alien/S, la tastiera Inim semplice e innovativa allo stesso tempo

Un nuovo display IPS capace di rendere più bella e brillante l’immagine. È questo il principale punto di forza di Alien/S di Inim, l’interfaccia utente touchscreen a colori da 4,3 pollici su I-Bus utile sia per gli impianti di sicurezza che per quanto riguarda la gestone della domotica.

Chiara e semplice, Alien rappresenta tutte le funzioni con icone chiare e ben visibili: in caso di anomalie, segnali di allarme o guasto, la tastiera mostra immediatamente i pulsanti necessari per attivare le funzioni correlate alla specifica situazione. Il prodotto è disponibile sia con cornica bianca che era, con una grandezza del touch screen a colori da 4,3 o 7 pollici. Grazie ad Alien è possibile integrare sicurezza e domotica, inserendo o disinserendo funzioni dell’impianto, renderle parziali, oppure attivando uno degli scenari programmati in centrale.

Per avere i datasheet completi del prodotto, clicca qui. Per informazioni commerciali, contatta direttamente Datacom Tecnologie di Firenze, cliccando qui o scrivendo una mail a info@datacomtecnologie.it.

Hik-Pro Connect, la piattaforma di convergenza e di business management

La piattaforma Cloud HIK-ProConnect si pone come fulcro della convergenza: tutti i dispositivi Hikvision possono interagire fra loro in modo semplice ed efficace, come un unico sistema, con regole e scenari, creando interazioni tra Videosorveglianza, Intercom, Intrusione e Controllo Accessi.

HIK-ProConnect è una piattaforma per lo sviluppo e il management del business, in grado di semplificare il processo di programmazione e configurazione nonché la gestione dei tecnici e delle manutenzioni. Grazie ai numerosi tools di autodiagnosi, verifica e notifica, sarà possibile gestire il service in modo semplice e professionale con notevole beneficio sia per l’installatore che per l’utente finale. Hik-ProConnect è una piattaforma cloud unica, scalabile ed in continua evoluzione.

Quali sono i vantaggi?

Programmazione Semplificata – Gestione completa da PC oppure da mobile.

Convergenza dei dispositivi – Condivisione delle risorse e creazione di regole specifiche in funzione delle esigenze dell’Utente finale.

Configurazione ottimizzata – Aggiunta di più dispositivi contemporaneamente, da remoto o in loco.

Gestione remota a prova di GDPR – È possibile richiedere all’utente finale l’autorizzazione alla gestione dell’impianto e i permessi di accesso.

Monitoraggio Proattivo – Identificazione proattiva di eventuali malfunzionamenti all’impianto.

Gestione dei permessi a livelli – Possibilità di creare account secondari, ad esempio il gestore del sito e l’Utente finale.

Affidabilità certificata – Rispetto dei più alti standard di sicurezza e affidabilità.

Puoi scoprire di più scaricando la relativa brochure, cliccando qui. La pagina relativa sul sito di Hikvision è invece questa. Puoi chiedere comunque tutte le informazioni utili a Datacom Tecnologie di Firenze: puoi scrivere ai tecnici commerciali all’indirizzo info@datacomtecnologie.it oppure cliccando qui.

Per scaricare la app Hik Pro Connect cliccando qui. Invece per la app Hik Connect clicca qui.

Cavi: tutte le regole da rispettare affinché siano in regola

Recentemente in un nostro articolo avevamo spiegato come l’azienda Elan, i cui prodotti sono distribuiti da Datacom Tecnologie di Firenze, ha ottenuto la Classe “Cca – S1a – d0, a1” per alcune tipologie di cavi come quelli di allarme LSZH schermati e twistati, gli antincendio Elanfire e i Konnex. Apparententemente sembrano solo delle sigle, ma dietro c’è un importante lavoro dell’azienda di Camerano per arrivare ad aggiornare ed implementare alcune certificazioni in ambito CPR (Construction Products Regulation), il regolamento che consente una libera circolazione nell’Unione Europea di prodotti le cui caratteristiche tecniche vengono definite con un linguaggio tecnico comune. Tra i materiali edili sono inseriti anche i cavi, nella misura in cui devono rispondere in determinate maniere all’innesco di un incendio.

Per definire se un cavo è conforme alla CPR ci possono essere varie strade. Una è la dichiarazione di performance (DOP) he il produttore emette per rispondere alla marcatura CE e deve essere sempre visibile per ispezioni e controlli. Poi c’è ma marcatura, visibile sul cavo, la sua confezione o l’etichettatura, che deve indicare nome del produttore o il marchio di fabbrica, la descrizione del prodotto o del codice, oltre alla classe di reazione al fuoco, secondo la EN 50575, la normativa che specifica “i requisiti di prestazione alla reazione al fuoco, alle prove e i metodi di valutazione dei cavi elettrici utilizzati per l’alimentazione elettrica, il controllo e la comunicazione utilizzati nei lavori di costruzione soggetti a prescrizioni di resistenza all’incendio”. Da luglio 2017 tutti i cavi devono ottemperare alla normativa EN 50575 per essere in regola.

Infine, per verificare che un cavo sia a regola d’arte, deve rispondere a determinate classi di reazione al fuoco definite dalla norma EN 13501-6. Ogni Stato europeo, in tal senso, definisce le proprie classi nazionali di reazione al fuoco opportune, per le proprie tipologie di installazione.

Per eventuali dubbi o chiarimenti sulle normative, puoi chiedere informazioni ai tecnici commerciali di Datacom Tecnologie, cliccando qui o alla mail info@datacomtecnologie.it.

I prodotti Elan sono disponibili anche sul sito Datacom B2B: scoprili cliccando qui.