Hik-Pro Connect, webinar gratuiti il 16 e 18 dicembre: iscriviti adesso!

Quattro webinar in due giorni per presentare i vantaggi di Hik- Pro Connect, l’ambiente unico in cloud dove tutti i dispositivi Hikvision possono interagire e convergere fra loro in modo semplice ed efficace. La filiale italiane della casa cinese ha organizzato degli incontri online a cui sarà presente Gianluca Isopo, Pre Sales Engineer & Technical Support, in modo da spiegare tutti i vantaggi e rispondere alle domande dei tecnici e degli installatori.

Gli incontri sono in programma mercoledì 16 dicembre (in due sessioni 13.30-14.30 e 17.30.18.30) e venerdì 18 dicembre, sempre negli stessi orari. Per iscriversi e partecipare gratuitamente agli appuntamenti basta cliccare qui.

Puoi chiedere comunque tutte le informazioni utili a Datacom Tecnologie di Firenze: puoi scrivere ai tecnici commerciali all’indirizzo info@datacomtecnologie.it oppure cliccando qui.

Videocitofoni “versatili” con le soluzioni Intercom di Hikvision

Datacom Tecnologie di Firenze, nell’introdurre nel tempo le innovazioni tecnologiche di Hikvision, ha puntato fin da subito sull’efficienza e la versatilità di soluzioni come quelle della videocitofonia Intercom, sia nelle versioni IP che a due fili. Uno dei grandi vantaggi è sicuramente rappresentato dalla propria componibilità: nel sistema infatti si integrano e coesistono programmi, moduli, funzionalità ed operatività, il tutto facilmente controllabile da un solo software o app. Si parte dall’elemento citofonico essenziale che comprende il pulsante di chiamata e la telecamera. Il tasto può operare singolarmente oppure come modulo master, collegando sistemi più complessi per un massimo di otto moduli aggiuntivi come possono essere un lettore di badge o una tastiera con schermo LCD. I sistemi possono utilizzare anche infrastrutture già presenti qualora si proceda verso una ristrutturazione, il tutto è agevolato da una vasta gamma di strumenti da interno collegati al sistema, anche questi IP o a due fili, con procedura plug and play connessione Wi-Fi, alimentazione dal cavo di rete attraverso tecnologie PoE, e infine la presenza di una semplice SD card per archiviare le immagini e i video prodotti. La soluzione non ha problemi di adattabilità: dalla grande impresa al condominio, fino alla villetta, il sistema non cambia.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui.  Clicca qui per scaricare la brochure.

La tua “control room” della sicurezza: è DS-KH9x10-WTE1 di Hikvision

Di quanti dispositivi hai bisogno per il controllo completo degli accessi? Con Hikvision Android Indoor Station (DS-KH9x10-WTE1), hai bisogno di un solo dispositivo per avere un monitoraggio centralizzato della sicurezza domestica e dell’automazione.

Il monitor da 7 pollici funziona in modo predefinito con Android e supporta l’integrazione di software di terze parti ed è disponibile anche in dimensioni maggiori di 10.1 pollici. Riceve videochiamate e si sblocca sull’app mobile sempre e ovunque e conta su un videocitofono e live view sul cellulare H24. Il sistema integra Hik-Connect per una gestione all-in-one e gode di un pannello anti-intrusione wireless per la gestione in loco delle funzioni. Collegato a un sistema di allarme riceve sette secondi di verifica video.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando qui

Wicamir, la telecamera nascosta dentro il sensore IR

Alla Datacom Tecnologie di Firenze è arrivata Wicamir, il sensore a infrarossi passivi con telecamera Ip Wifi. Si tratta dell’unico prodotto del suo genere che riesce a unire un IR da dodici metri di portata con un sistema di videosorveglianza in cui non c’è bisogno di stendere cavi ma è sufficiente sostituire i sensori di allarme esistenti.

Wicami consente di registrare la scena desiderata in continuo o in motion su una mini SD card da 128 gigabyte, con la possibilità di inviare notifiche push o via mail. L’app relativa, scaricabile gratuitamente, permette di rivedere le registrazioni e monitorare l’ambiente in diretta utilizzando computer, smartphone o tablet. Il WiFi della telecamera consente il collegamento del router e non c’è bisogno di installare cavi aggiuntivi. Il sensore è adattabile a qualunque tipologia di centrale di allarme, nuova o esistente.

Per maggiori informazioni puoi rivolgerti ai tecnici commerciali di Datacom alla mail info@datacomtecnologie.it oppure compilare il form di contatto sul nostro sito, cliccando quiClicca qui per scaricare la brochure.

Le soluzioni di Hikvision per monitorare la densità delle persone in uno spazio fisico

Il sovraffollamento può essere un vero problema per le aree pubbliche, i centri del commercio e i luoghi di intrattenimento. Come possono garantire che la densità delle persone all’interno sia abbastanza bassa da servirle in modo efficace e sicuro?

Questo video realizzato da Hikvision spiega molto ben quali possono essere le soluzioni da adottare per contare gestire gli accessi elencando una serie di prodotti ad hoc: DS-2CD6825G0/C-IS e DS-2CD7146G0-IZS.

La tecnologia Deep Learning oggi utilizzata per garantire accessi limitati e diluiti agli edifici, come richiesto dalle attuali normative al fine di evitare assembramenti, fino al pre-Covid serviva soprattutto a fini statistici, così da valutare azioni di marketing oppure per ottimizzare i flussi di lavoro.

Con le People Counting di Hikvision il conteggio costante delle persone fa sì che possano essere inviati segnali per far apparire display rossi e verdi, come un semaforo, in modo da regolare i flussi. La stessa telecamera può incorporare l’algoritmo che calcola il corretto distanziamento sociale tra le persone all’ingresso: per farlo si può aggiornare gratuitamente il firmware del recorder o aggiungere il registratore che gestisce le telecamere e attivare le nuove funzionalità. Nel caso di telecamere IP di terza parte sarà possibile attivare i registratori intelligenti Hikvision della serie Deep in Mind, che permettono all’impianto di svolgere funzioni di conteggio.

Infine molto utile è il “filtro altezza” che permette di capire se all’ingresso ci sono bambini o adulti, così anche da individuare possibilmente gli stessi nuclei familiari presenti in una coda.

Per ogni ulteriore dettaglio o necessità contatta i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze: info@datacomtecnologie.it.

Hikvision: le soluzioni a tutela della salute pubblica

Per meglio far conoscere ai clienti finali le opportunità offerte dai propri prodotti nel ripresentarsi dell’emergenza Coronavirus, Hikvision ha redatto una brochure in cui racconta le funzionalità a prescindere dagli aspetti meramente più tecnici. Si tratta di uno strumento molto utile per gli installatori e i progettisti che dovranno rivolgersi a clientele come quelle del mondo del commercio, dei trasporti e del business. Controllo accessi e degli assembramenti, del corretto utilizzo della mascherina, screening della temperatura: Hikvision offre tantissime soluzioni anche con la combinazioni di più prodotti, come indicato nelle ultime pagine della brochure.

Il documento può essere consultato qui sotto e scaricato cliccando qui. Per tutte le informazioni sui prodotti Hikvision e sulle promozioni puoi chiedere direttamente a Datacom Tecnologie di Firenze, alla mail info@datacomtecnologie.it o direttamente dal form contatti.

Hik-Pro Connect, la piattaforma di convergenza e di business management

La piattaforma Cloud HIK-ProConnect si pone come fulcro della convergenza: tutti i dispositivi Hikvision possono interagire fra loro in modo semplice ed efficace, come un unico sistema, con regole e scenari, creando interazioni tra Videosorveglianza, Intercom, Intrusione e Controllo Accessi.

HIK-ProConnect è una piattaforma per lo sviluppo e il management del business, in grado di semplificare il processo di programmazione e configurazione nonché la gestione dei tecnici e delle manutenzioni. Grazie ai numerosi tools di autodiagnosi, verifica e notifica, sarà possibile gestire il service in modo semplice e professionale con notevole beneficio sia per l’installatore che per l’utente finale. Hik-ProConnect è una piattaforma cloud unica, scalabile ed in continua evoluzione.

Quali sono i vantaggi?

Programmazione Semplificata – Gestione completa da PC oppure da mobile.

Convergenza dei dispositivi – Condivisione delle risorse e creazione di regole specifiche in funzione delle esigenze dell’Utente finale.

Configurazione ottimizzata – Aggiunta di più dispositivi contemporaneamente, da remoto o in loco.

Gestione remota a prova di GDPR – È possibile richiedere all’utente finale l’autorizzazione alla gestione dell’impianto e i permessi di accesso.

Monitoraggio Proattivo – Identificazione proattiva di eventuali malfunzionamenti all’impianto.

Gestione dei permessi a livelli – Possibilità di creare account secondari, ad esempio il gestore del sito e l’Utente finale.

Affidabilità certificata – Rispetto dei più alti standard di sicurezza e affidabilità.

Puoi scoprire di più scaricando la relativa brochure, cliccando qui. La pagina relativa sul sito di Hikvision è invece questa. Puoi chiedere comunque tutte le informazioni utili a Datacom Tecnologie di Firenze: puoi scrivere ai tecnici commerciali all’indirizzo info@datacomtecnologie.it oppure cliccando qui.

Per scaricare la app Hik Pro Connect cliccando qui. Invece per la app Hik Connect clicca qui.

Hikvision, disponibile il nuovo listino Pro nella versione 1.05

Hikvision ha pubblicato il nuovo listino PRO in formato Excel, in versione 1.05. Rispetto alla versione precedente sono state introdotte molte novità che andiamo di seguito a elencare:

  • Completamento della gamma AcuSense 2.0 (G2), sia in termini di risoluzione che di chassis;
  • Inserimento Intercom Inox, affiancherà la gamma attuale e sarà ancora più resistente alle condizioni ambientali;
  • Inserimento Monitor Supervisori: gestione di Axiom Hub, TVCC e Intercom Modulare IP/2Wire da un unico dispositivo;
  • Inserimento Modulo Rubrica per Intercom modulare;
  • Inserimento KIT Videosorveglianza Wi-FI 4MP composto da: NVR + n.4 Telecamere Bullet;
  • Inserimento telecamera Cube Wi-Fi 2MP, utilizzo in ambiti Videosorveglianza o Videoverifica con Axiom Hub;

Puoi scaricare il listino in formato Excel cliccando qui. Per tutte le informazioni sui prodotti e sulle promozioni puoi chiedere direttamente a Datacom Tecnologie di Firenze, alla mail info@datacomtecnologie.it o direttamente dal form contatti.

TVCC: come utilizzare i tre metodi di autoripristino della password dei dispositivi Hikvision

Hikvision ha recentemente messo a disposizione per i propri clienti un manuale che insegna a utilizzare i tre metodi di autoripristino della password dei dispositivi della propria casa costruttrice.

Per resettare in autonomia la password dei propri dispositivi video (telecamere IP, DVR e NVR), i metodi disponibili sono il ripristino mediante l’utilizzo del file GUID, mediante l’utilizzo di Domande Di Sicurezza o tramite l’utilizzo di Email Riservata.

Il manuale di 21 pagine è scaricabile cliccando qui oppure è visibile nello sfogliatore sottostante. Se hai dubbi o necessità puoi contattare i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze, tramite la mail info@datacomtecnologie.it o il form dedicato.

TVCC in azienda, niente “silenzio assenso”. Fatti aiutare da Datacom Videosorveglianza!

Non ci può essere il silenzio assenso per installare impianti di videosorveglianza capaci di controllare a distanza i lavoratori di un’azienda. Lo dice la nota dell’8 aprile 2019 con cui il Garante della privacy ha dato risposta a un quesito formulato dal Ministero del lavoro a sua volta interpellato dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro. In sostanza il dubbio era: se l’Ispettorato nazionale del lavoro non risponde a una richiesta di autorizzazione amministrativa legata alla tvcc all’interno di un’azienda, si può agire come se fosse un tacito consenso?

La risposta dunque è negativa per il Garante: l’articolo 4 dello Statuto dei lavoratori prevede illecita e sanzionabile a livello penale l’installazione di impianti audiovisivi capaci di controllare i lavoratori a distanza qualora non siano state attivate le procedure di garanzia. L’autorizzazione ha un iter di 60 giorni: una volta concluso, non si può parlare di silenzio assenso.

Ai sensi dell’articolo 4 della legge 300/1970, gli impianti e le apparecchiature, “dai quali può derivare anche la possibilità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, possono essere installati soltanto previo accordo con le rappresentanze sindacali aziendali, oppure, in mancanza di queste, con la commissione interna. In difetto di accordo, su istanza del datore di lavoro, provvede l’Ispettorato del lavoro, dettando, ove occorra, le modalità per l´uso di tali impianti”. Insomma, senza accordo sindacale solo l’Ispettorato può valutare se le telecamere si possono mettere o meno e deve esprimersi in maniera netta.

Per avere un aiuto concreto su come installare il proprio impianto di videosorveglianza senza problemi dal punto di vista delle normative e della privacy, la soluzione più efficace è quella di affidarsi a Datacom Videosorveglianza, il servizio online che Datacom Tecnologie offre per ottemperare alle regole del GDPR. Scopri di più cliccando qui, andando sul sito dedicato oppure contattandoci alla mail info@datacomtecnologie.it o tramite il nostro form.