Articoli

Metal Detector: Datacom presenta ZK-D3180S

Datacom Tecnologie di Firenze propone tra i suoi prodotti anche un nuovo metal detector: è ZK-D3180S, della ZKTeco, uno strumento a 18 zone di rilevamento presenze che ha la possibilità di contare le persone in transito. Ogni zona ha 256 livelli di sensibilità che possono essere tarati a proprio piacimento. Lo strumento genera, in modo sincrono, un allarme e sonoro e visivo attraverso il Led.

L’utilità di questo strumento oggi diventa ancora maggiore poiché il metal detector è anche in gradi di rilevare la temperatura corporea delle persone che lo attraversano. Quindi non solo pericolosità legata a eventuale trasporto di armi o metalli, ma anche epidemiologica.

Numerose le applicazione in luoghi pubblici, come stadi, museo, stazioni ferroviarie, luoghi nevralgici della pubblica amministrazione e della finanza, strutture ricettive, penitenziari e grandi aziende.

Il depliant informativo è scaricabile cliccando qui e consultabile sotto l’articolo. Per ogni chiarimento o necessità è possibile scrivere ai tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze all’indirizzo info@datacomtecnologie.it.

Riconoscimento facciale e screening della temperatura cutanea: nuova soluzione HIkvision

Hikvision in piena emergenza Coronavirus ha presentato il nuovo prodotto DS-K1T671TM-3XF: si tratta di un terminale di riconoscimento facciale con funzione di screening della temperatura della superficie cutanea.

Questa nuova soluzione di controllo accessi – dotata della stessa tecnologia delle “telecamere dedicate alla temperatura corporea” – consente di rilevare il punto corretto per la misurazione della temperatura della superficie cutanea, escludendo totalmente altri oggetti caldi o freddi e di verificare la presenza della mascherina correttamente applicata.

La lettura estremamente rapida, della durata di un secondo, rende questo dispositivo ideale per gli ingressi dedicati ai dipendenti di un’azienda oppure, in combinazione a tornelli/varchi, per il pubblico che partecipa a una iniziativa.

Il produttore raccomanda comunque che le temperature corporee effettive vengano ulteriormente confermate da dispositivi di misurazione clinica, da utilizzare come controprova.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Schermo: Touch screen da 7 pollici Risoluzione: 120×160

Telecamera: a doppio obiettivo da 2 MP

Distanza di riconoscimento: da 0,3 a 2 m

Durata del riconoscimento facciale < 2 s / Utente

Intervallo di misurazione della temperatura: da 30 ° C a 45 ° C

Precisione: ± 0,5 ° C senza calibrazione del corpo nero

Modalità di autenticazione: carta (max 50.000) e temperatura, viso (max 50.000) e temperatura, carta e viso e temperatura

La scheda completa del prodotto è disponibile cliccando qui.

Per informazioni chiedi ai tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze all’indirizzo di posta elettronica info@datacomtecnologie.it.

Il controllo degli accessi tramite il terminale MinMoe

Abbiamo inserito infine anche questo video per farti vedere come i nostri terminali MinMoe Face Recognition di Hikvision riescano anche a “rivoluzionare” il processo di controllo accessi e presenze senza la necessità del touch. Un altro utili elemento che impreziosisce questo nuovo prodotto della casa cinese.

AI Security: controllare gli accessi, la temperatura corporea e la mascherina in un colpo solo

Controllo accessi con verifica della temperatura corporea, presenza mascherina e riconoscimento facciale: con la soluzione AI Security Access Control proposta da Datacom Tecnologie di Firenze è possibile avere un aiuto in più per evitare problemi anche di natura epidemiologica. Lo strumento garantisce il riconoscimento senza contatto e il rilevamento della temperatura per rendere le aree controllate più sicure, accurate ed efficienti.

E’ possibile impostare una soglia di avviso in caso di temperatura elevata. Quando il sistema rileva che la temperatura supera la soglia impostata emette un allarme (acustico e visivo) e se collegato ad un varco d’accesso automatizzato può anche predisporre l’apertura o meno dello stesso. La soglia massima di errore è di soli 0.3°C. Il dispositivo può riconoscere automaticamente se la persona indossa una mascherina di protezione, in caso contrario può segnalarlo e come per il controllo della temperatura, si può programmare in modo tale che se l’utente non indossi la mascherina, il varco non si apre.

Grazie ad un potente algoritmo e con un database che può gestire fino a 30.000 volti, sarà possibile gestire il controllo accessi anche tramite verifica biometrica e registrarne l’ingresso o l’uscita. Controllo biometrico tramite riconoscimento facciale, con struttura in metallo, display 7” IPS HD, telecamera 2MP Sony Starvis, altoparlante integrato, grado di protezione IP66.

Può essere installato su varchi automatici ma anche presso normali ingressi, banconi o sale d’attesa grazie ai diversi supporti da tavolo, parete o da pavimento. Il software di gestione è fornito gratuitamente per il controllo centralizzato di una o più unità e gestione del database.

Per ogni informazione utile, scarica la brochure cliccando qui. Non esitare a contattare i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie di Firenze all’indirizzo info@datacomtecnologie.it.

Eter Air, una soluzione smart per la sicurezza di B&B e agriturismi

Datacom Tecnologie di Firenze ha introdotto un nuovo interessante prodotto nella gamme del controllo accessi promosso dalla Eter Biometric Technologies. L’azienda modenese ha infatti presentato una nuova soluzione definitiva per strutture ricettive, B&B, piccoli hotel e appartamenti.

Eter Air è capace di controllare l’accesso da remoto tramite Web o App, di abilitare gli ospiti senza incontrarli tramite un codice PIN, fornire accessi fino ad una data prestabilita e in modo tale da aggiungere un badge temporaneo per gestire anche il risparmio energetico. Il sistema consente la gestione completa da remoto tramite Cloud. Accessibile da App o Web.

Puoi trovare il materiale qui sotto nel flyer illustrativo. Per ogni spiegazione ulteriore, puoi contattare i tecnici commerciali di Datacom Tecnologie all’indirizzo info@datacomtecnologie.it.

Intercom: performance ed estetica nel segno della convergenza

Oggi Datacom Tecnologie di Firenze presenta Intercom, il performante sistema Hikvision che integra e converge, con gestione via software e APP, anche sistemi di Videosorveglianza, Allarmi e Controllo Accessi. Telecamera Fisheye con qualità a 2MP, dal design accattivante e ad alte prestazioni (angolo di visione 180°, WDR e filtro day/night), il tutto senza dimenticare l’estetica e la flessibilità di installazione (grazie alle versioni versioni IP e 2Wire).

Il prodotto Intercom si adatta a tutti gli ambienti, dalla normale abitazione ai quartier generali lavorativi. Più moduli permettono di montare i sistemi a muro e a incasso. L’unità principale è composta da una videocamera e un pulsante di chiamata, a cui si possono aggiungere componenti come pulsantiera, lettore tessere, display LCD e tastiera. Il sistema si completa con una ampia gamma di postazioni internet connesse tramite Wi-Fi. Tramite cavo di rete si fornisce alimentazione al dispositivo tramite PoE e l’archiviazione delle immagini è consentita tramite scheda SD.

La postazione da interno è funzionale e accattivante allo stesso tempo: caratteristiche, queste, che hanno permesso nel 2017 a Hikvision di vincere il premio “Product Design Red Dot”. Bastano quattro semplici passaggi per la configurazione della postazione da interno grazie a una programmazione plug and play. Tutto il sistema è gestibile tramite una sola App e un software unico. Dalla postazione interna si possono visualizzare in diretta tutte le telecamere del sistema di videosorveglianza IP Hikvision, oltre a quella della postazione esterna di Intercom. La convergenza con tutti gli apparati della stessa marca è garantita dal software iVMS-4200 e la APP Hik-Connect.

Tra le funzioni citiamo quella di AutoCapture, che permette di salvare in automatico i volti di chi interagisce con la postazione esterna, archiviandoli nella memoria della postazione da interno o su SD, mantenendo la storicità delle interazioni con il sistema. In caso di mancata risposta, la postazione esterna permette di lasciare in segreteria un audio messaggio riproducibile dalla postazione interna.

Altri spunti su questo prodotto sono disponibili in un recente articolo di S-News, disponibile cliccando qui.