Articoli

Sicurezza, trend positivo per il settore. I dati e le novità della fiera edizione 2021

La pandemia non ha frenato, ma ha accelerato il percorso di digitalizzazione e di convergenza tecnologica in atto nel settore SECURITY&FIRE, che continua a registrare un continuo rinnovamento dei prodotti in ottica digitale e integrata. Sono i segnali che arrivano da Sicurezza, la fiera biennale di settore di scena a FieraMilano a Rho dal 22 al 24 novembre.

I dati del settore

Secondo i dati di ANIE Sicurezza, l’industria italiana fornitrice di tecnologie per la Sicurezza e Automazione edifici esprime un fatturato totale pari 2,7miliardi di euro (dato 2020), mostrando, diversamente da altri comparti, una sostanziale stabilità. Secondo i preconsuntivi, nel 2021 ci si aspetta un trend positivo, favorito dal miglioramento dello scenario macroeconomico e spinto dalla ripartenza degli investimenti nel mercato delle costruzioni, che sostiene in particolare la domanda del segmento antincendio. Dopo un 2020 critico, si prevede un primo recupero anche per il segmento antintrusione. Un contributo importante per la crescita si conferma dalla videosorveglianza, che ha registrato una domanda elevata anche grazie alle tecnologie coadiuvanti nel contrasto alla pandemia.

La sicurezza informatica

A dimostrazione della urgenza del tema e della formazione in merito di tutti gli operatori, sul fronte della sicurezza informatica le minacce sono in costante aumento. Crescono, nel primo semestre 2021, gli attacchi cyber gravi: 170 al mese contro i 156 dello scorso anno che, considerando un campione analizzato di 1.053 eventi di pubblico dominio, sono cresciuti del 24% rispetto allo stesso periodo del 2020. In particolare, sono cresciuti del 21% gli attacchi con finalità cyber crime, che rappresentano l’88% del totale. Cresce infine la severità degli attacchi stessi: quelli con effetti “molto importanti” e “critici” sono stati il 74% del totale (Fonte Clusit, 2021).

Smart Building

Nel 2020 gli investimenti nelle componenti caratterizzanti uno Smart Building sono stati 7,67 mld € (fonte: Energy&Strategy Group, School of Management, Politecnico di Milano). Di questi, il 63% è relativo a impianti e tecnologie presenti all’interno degli edifici intelligenti; il 16% alle automation technologies, che includono la sensoristica connessa agli impianti; il 15% alle piattaforme di gestione e controllo, ovvero ai software di raccolta, elaborazione e analisi dei dati acquisiti dalla sensoristica installata sugli impianti; il 6% è legato all’infrastruttura di rete, componente che garantisce la trasmissione dei dati raccolti sul campo.

Le novità dai marchi distribuiti da Datacom Tecnologie

A Sicurezza, in accoppiata con Smart Building Expo, erano presenti 380 aziende da 27 Paesi e più di 50 appuntamenti formativi rivolti ai professionisti di settore. Tra queste c’erano molte imprese i cui marchi sono distribuiti da Datacom Tecnologie di Firenze, la quale aveva messo a disposizione dei propri clienti dei tagliandi omaggio di ingresso. «Abbiamo vissuto così tanto all’interno della nostra casa che adesso la sentiamo ancora di più nostra, ancora di più il nostro nido, ancora di più sacra. Quindi proprio questo sta muovendo sempre più persone a interessarsi ai sistemi antintrusione in grado di aumentare il proprio benessere e quello della famiglia»: sono le parole di Baldovino Ruggeri, amministratore delegato di Inim, nell’intervista rilasciata a Studio Aperto. L’azienda di Monteprandone era presente in fiera con un proprio stand.

Politec invece ha presentato le nuove barriere IP: attraverso il nuovo modulo interfaccia RS-485, è ora possibile realizzare impianti con un’unica infrastruttura di tipo Ethernet. Inoltre, grazie al nuovo software di centralizzazione POLITEC PRO CENTER, è possibile gestire e supervisionare un sistema completo che prevede barriere IR, sensori e flussi video IP provenienti da telecamere TVCC.

Presente a Sicurezza anche la Sicep di Certaldo con moltissime novità che a breve saranno introdotte sul mercato. Tra i prodotti esposti c’erano i sensori della serie MATRIX, in grado di proteggere tutte le aree esterne più sensibili, dall’abitazione ai grandi siti commerciali, e il sistema di trasmissione DALM3000 il quale permette il collegamento tra l’impianto antincendio e le centrali di ricezione.

Centralizzare la gestione delle barriere: Politec presenta il software Pro Center

Politec Pro Center è il nuovo software di centralizzazione che la casa di Bellusco presenta in occasione di Sicurezza, la fiera leader italiana di settore di scena a FieraMilano di Rho dal 22 al 24 novembre 2021. Tale supporto informatico permettere di gestire e supervisionare un sistema completo che prevede barriere IR, sensori e lussi video IP provenienti da telecamere TVCC.

In questo modo è possibile integrare vari sistemi complessi in un unico software di controllo, sfruttando appieno tutte le risorse in campo e semplificando notevolmente la progettazione e la gestione di ambienti complessi.

Inoltre, tramite l’upgrade a barriera IP attraverso il nuovo modulo interfaccia RS-485, è ora possibile realizzare impianti con un’unica infrastruttura di tipo Ethernet.

Le nuove barriere IP sono in esposizione a Fierasicurezza al Padiglione 7, Stand Al 1-B12. Per accedere alla manifestazione utilizzando i pass gratuiti a disposizione di Datacom Tecnologie di Firenze, clicca qui.

Politec presenta NAT, il sensore da esterno con la microonda sempre attiva

Datacom Tecnologie di Firenze propone ai propri clienti una nuova soluzione, vale a dire il primo sensore da esterno con doppia tecnologia infrarosso e una microonda sempre attiva nell’arco delle 24 ore. Si tratta di NAT, soluzione studiata da Politec a basso assorbimento, che permette con la sua tecnologia di avere consumi azzerati per i passaggi, rilevazione in caso di corsa, no stand by e antimask anche su microonda.

NAT ha dimensioni molto compatte ed è quindi adatto alla protezione di piccoli varchi come finestre e porte, posizionato sull’angolo superiore in modo orizzontale o verticale. La doppia tecnologia permette di proteggere sia gli ingressi, sia le aree esterne sensibili, se non particolarmente estese, fornendo un’alta affidabilità in quanto di difficile manomissione e in grado di captare qualsiasi movimento nell’ambiente.

Il prodotto risulta ideale per installazioni all’esterno per la protezione tipica in facciata grazie alla possibilità di regolazione della portata tramite due trimmer indipendenti, al grado IP65 e alla sezione infrarosso che si adatta alle escursioni termiche per mantenere idonea la copertura. Inoltre è dotato di tettuccio che lo ripara dai raggi del sole e fa sì che non si riduca la sensibilità, oltre alla funzionalità protettiva del sensore stesso agli agenti atmosferici.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per ogni necessità scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Batterie fino a tre anni di durata: comodità e prestazioni con Sandor WS SMA

Datacom Tecnologie di Firenze consiglia per garantire la sicurezza perimetrale di un edificio l’utilizzo della comoda e versatile linea di barriere SANDOR SMA WS, prodotta dall’azienda Politec. L’abbattimento dei consumi ottenuto grazie all’installazione di componenti elettronici di ultima generazione, fa sì che la durata delle batterie possa arrivare fino a 36 mesi, variando in base al numero dei raggi posti nelle colonne.

La barriera è composta da una coppia di colonne, TX e RX, e la nuova elettronica ad auto riconoscimento delle ottiche può gestirne da due a sei, tutte a doppia lente e con tecnologia SMA. Non essendo prodotti filari, richiedono una grande facilità di posizionamento: possono essere infatti collegate ovunque e non richiedono lavori di rifacimento della pavimentazione esterna per far passare i cavi.

Il sincronismo è ottico e non è prevista la termostatazione che riduce la portata tra TX ed RX a 50 metri, onde evitare possibili falsi allarmi in caso di particolari condizioni atmosferiche. Attraverso i dip-switch è possibile programmare le funzioni di OR/AND, velocità di attraversamento e attivazione della disqualifica per nebbia. La segnalazione di allarme e tamper sono date da due uscite distinte per essere collegate ai più comuni trasmettitori radio in commercio, alloggiati all’interno delle colonne RX. L’allarme tamper della colonna TX viene trasmessa al ricevitore in maniera ottica.

Le due colonne che compongono la coppia della barriera SANDOR SMA WS a 2 o 3 raggi, sono compatibili con la barriera PARVIS SMA WS 2+2 o 3+3. Per tutti i dettagli tecnici, puoi scaricare la scheda tecnica cliccando qui.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per ogni necessità scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Sandor di Politec: la barriera che “personalizza” la sicurezza

Per chi ha bisogno di inserire una protezione perimetrale che sappia essere adatta a ogni contesto, SANDOR è la gamma di barriere a raggi infrarossi attivi che fa per il cliente finale, avendo dimensioni che possono essere modificate a seconda delle situazione. Si tratta di una linea di prodotti a marchio Politec, distribuiti da Datacom Tecnologie di Firenze, capace di fornire soluzioni affidabili per la protezione perimetrale in applicazioni residenziali e industriali, installabili velocemente per la protezione di portefinestre, vetrate o lucernari di edifici di ogni tipo.

Tutti i modelli della linea SANDOR sono dotati della tecnologia SMA, garantendone tutti i vantaggi derivanti per l’allineamento delle ottiche, sia in fase di installazione che in successivi interventi, inoltre, le ottiche poste all’interno delle barriere dispongono di un particolare supporto girevole che permette di orientare le unità ed ottenere il migliore allineamento in qualsiasi posizione di montaggio.

A questo link è possibile scoprire tutta la gamma di prodotti della linea SANDOR. I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per ogni necessità scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Furti nei cantieri, con Gapid di Politec un ottimo strumento di prevenzione

Il mondo dell’edilizia necessita sempre di maggiori accortezze in campo di sicurezza per prevenire intrusioni indesiderate nei cantieri. Politec a tal proposito propone come prodotto idoneo allo scopo il sistema Gapid, di cui abbiamo avuto già modo in passato di parlare nel nostro blog. Non essendo installabile un sistema di antintrusione sui ponteggi, Gapid infatti riesce a rilevare le oscillazioni procurate dalla persona che si arrampica e identifica l’allarme. Il sistema comprende un sensore con accelerometro triassiale per rilevazione spostamento, taglio, arrampicamento, vibrazione e sfondamento. Gapid è disponibile in versione seriale RS485, filare e WS radio universale, anche con base magnetica per un aggancio veloce.

Queste caratteristiche forniscono applicativi anche per altri contesti: dai cancelli ai terrazzi, dai bancomat alle colonnine per il pagamento del carburante, fino alle opere d’arte contenute nei musei. In ogni caso, l’oscillazione sospetta permette sempre la prevenzione di un furto o del danno.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per accogliere gli ordini o fornire informazioni dettagliate sul prodotto scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Un software per gestire le barriere perimetrali di grandi aziende: Politec presenta Adebus

Quando si è in presenza di grandi ambienti con perimetri molto estesi e complessi, gestire le protezioni perimetrali con un’unica interfaccia facilita molto le cose. Per questo Politec, marchio distribuito da Datacom Tecnologie di Firenze, propone il software ADEBUS per la supervisione e la gestione completa del sistema, comprensivo di centrale bus 485 che perfeziona in un’unica interfaccia la gestione delle barriere del sistema di protezione perimetrale.

L’interfaccia è costruita sulla mappa grafica del sito protetto, sulla quale le barriere sono rappresentate sotto forma di oggetti grafici attivi che aiutano il professionista a supervisionare, programmare e settare ogni barriera e localizzare immediatamente ogni evento di allarme.

Il software intuitivo, facilmente utilizzabile e permette all’utente di essere operativo in tempi brevissimi. La configurazione e il settaggio di ogni singola barriera è possibile da locale e anche da remoto grazie all’interfaccia TCP/IP, indispensabile qualora l’impianto sia situato lontano o in casi di scarsa accessibilità. È possibile interagire su tutti i parametri del sistema, di conoscere e modificare lo stato di ciascuna colonna e memorizzare su PC fino a 32000 eventi. ADEBUS infine gestisce, supervisiona e configura fino a 32 colonne – MANA IR SMA, PARVIS MES SMA, SANDOR PLUS SMA – suddivise liberamente in due rami con lunghezza massima di un chilometro ciascuno.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Parvis, da Politec una barriera discreta e versatile

Unire estetica e sicurezza è uno dei tratti distintivi dei prodotti a marchio Politec e Parvis rappresenta questa concezione di prodotto, essendo una barriera discreta e versatile per proteggere gli ambienti.

Parvis è una gamma di barriere progettata per integrarsi con sistemi di illuminazione che abbina la funzionalità all’estetica, per avere un dispositivo di elevata sicurezza con un design che passa inosservato: le sembianze di Parvis infatti, sono quelle di un lampione, ideale in particolar modo in giardini privati, locali e ristoranti con servizio all’aperto.

I fotodispositivi a raggi infrarossi impulsivi e sincronizzati creano una barriera invisibile e discreta, in quanto fissati su una struttura portante in alluminio ricoperto dallo schermo del corpo in policarbonato, dal diametro standard al sostegno dei corpi illuminanti.

I due differenti coperchi di chiusura a corredo permettono di terminare i pali con chiusura piatta oppure con i vari modelli di corpi illuminanti in commercio. Le ottiche possono essere posizionate e orientate a seconda delle esigenze, inoltre è possibile variare la configurazione e il funzionamento preimpostati modificandoli direttamente dalla centrale di allarme oppure da remoto utilizzando il software di Adebus, cui fanno capo tutte le barriere registrando h24 gli eventi di ognuna.

Parvis è estremamente versatile per le caratteristiche tecniche e prestazionali, infatti è possibile selezionare particolari funzioni secondo le necessità dell’utente. Sono prodotte in misure e assemblaggi interni standard, ma su richiesta, Politec è in grado di soddisfare richieste particolari realizzando soluzioni custom.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologie sono disponibili per ulteriori informazioni scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Dal 1° giugno 2021 novità importanti per i listini Politec e Inim antifurto

Dal primo giugno 2021 cambieranno alcuni listini relativi ai prodotti distribuiti da Datacom Tecnologie di Firenze in seguito alle relative comunicazioni emesse dalle case produttrici.

Si comincia da Politec, specialista nelle protezioni perimetrali, la quale ha messo a disposizione un file in Excel con tutti i nuovi prezzi di listino. Il file è scaricabile cliccando qui.

Cambia anche Inim per quanto riguarda la linea prodotti dedicata all’antifurto. In questo caso l’invito per i clienti è quelli di contattare il proprio agente Datacom per conoscere quali sono le novità. Nel corso di questa settimana è stata inviata una comunicazione via mail ai clienti, scaricabile cliccando qui.

I tecnici commerciali di Datacom Tecnologia sono disponibili scrivendo all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti.

Prevenire i furti: ecco la soluzione Gapid di Politec

Come prevenire un furto nel momento esatto in cui si prova a metterlo in atto? Un sistema perimetrale può essere la soluzione giusta e il sistema GAPID di Politec è uno di questi. Può essere applicato in tutte quelle superfici le cui oscillazioni indicano inequivocabilmente un tentativo di intrusione o di manomissione: recinzioni, cancelli, inferriate e ringhiere dei terrazzi.

Oscillazioni e vibrazioni sono rilevabili con anticipo rispetto a quando avviene l’episodio: se un malintenzionato tentasse di scavalcare la recinzione, GAPID segnalerebbe l’allarme immediatamente, ancor prima che questi possa aver scavalcato del tutto.

Le applicazioni sono innumerevoli su svariate superfici, comprendendo tutte quelle di pregio come un quadro o un oggetto da esposizione, oppure che sono delimitative di beni di valore che devono essere messi al sicuro come teche o cancellate.

Un’applicazione può essere quella del garage. Basta installare GAPID sulla porta basculante: questo fornisce un allarme nel momento in cui rileva le vibrazioni e le oscillazioni che si verificano quando qualcuno tenta di forzarlo, lasciando al contempo libera per il passaggio tutta l’area circostante senza falsi allarmi.

Lo stesso vale per i ponteggi sugli edifici, arrampicandosi sui quali i malintenzionanti s’intrudono nelle proprietà private: non essendo installabile un sistema di antrintrusione, la soluzione ideale è GAPID il quale rileva le oscillazioni del ponteggio procurate dalla persona che vi si arrampica e identifica l’allarme.

Può essere impiegato per i bancomat automatici, per le colonne adibite alle transazioni poste alle pompe di benzina, per i quadri all’interno di un museo o ancora per merce preziosa esposta in un grande negozio.

GAPID possiede un accelerometro ultra avanzato che rileva vibrazioni e movimenti della superficie su cui è installato e va in allarme in modo tempestivo, prima ancora che si verifichi l’effrazione o la manomissione. In questo modo è possibile garantire la protezione assoluta perché il danno viene evitato del tutto.

Lo stesso vale per un tentativo di scasso: le vibrazioni derivanti da un delinquente che tenta di sfondare un bancomat automatico, vengono subito rilevate e quindi l’allarme lanciato prima che il malfatto venga portato a termine.

Datacom Tecnologie di Firenze, distributore autorizzato Politec, saprà darti ogni indicazione tramite e i propri tecnici commerciali all’indirizzo info@datacometecnologie.it o attraverso il form Contatti. Se non vedi la brochure qui sotto, clicca qui.